Barco Reale

Ho sempre apprezzato il Carmignano, vino toscano poco conosciuto che soffre della notorieta’ VIP dei cugini famosi della regione: Chianti, Brunello, Nobile di Montepulciano, Morellino, maremmani e Supertuscans..

IMG_2

Ma nella zona del Carmignano, dove i Medici si trastullavano durante le loro vacanze, ci sono rossi di tutto rispetto e con un ottimo rapporto qualita’-prezzo, che di questi tempi non guasta..

Quello che molti non sanno e’ che il Carmignano racchiude un pezzo importante di storia del vino italiano. Infatti Cosimo III, granduca serenissimo (beato lui), per delimitare la zona di produzione del “Barco Reale” alle vigne situate all’interno dell’antica zona medicea del Carmignano, ha emesso nel 1716 un decreto, il 1′ in Italia, per regolare la produzione del vino.

Proprio quest’esigenza di delimitare attraverso una legge testimonia la qualita’ che storicamente hanno avuto questo vino e la zona di produzione del Carmignano, che fra l’altro consiglio a tutti per una bella visita! Si mangia benissimo, la gente e’ molto accogliente e ce la si tira di meno rispetto alle zone piu’ decantate.. 🙂

Comunque stasera si apre un Barco Reale della Tenuta di Capezzana del 2009, la cui etichetta racchiude gran parte delle informazioni che vi ho riportato.

P.S. La tecnologia si e’ vendicata di me.. non riesco a trovare le foto del mio viaggio da quelle parti.. continuerò a cercarle nei prossimi giorni, tra chiavette varie.. grrrr

Ah dimenticavo, i vitigni sono il Sangiovese, Cab S., Cab F. e Canaiolo. Da gustare con un bell’arrosto (in preparazione anche quello).

Bonne soiree a vous aussi.

Ivano

Advertisements